Volkswagen Scirocco Seconda Serie

Nel 1981 la carrozzeria della Scirocco venne totalmente ridisegnata dalla Volkswagen, in collaborazione con la Karmann. L'obiettivo era quello di offrire, conservando la meccanica del modello precedente, maggior spazio per i bagagli ed i posti posteriori. Anche gli interni, ora più autonomi rispetto a quelli della berlina, vennero ridisegnati completamente. La Scirocco II prevedeva la stessa gamma di motori della serie precedente, in alcuni casi con cilindrata modificata. Alla base si poneva ora la CL (1272 cm³, 60 CV), al top la GTI (1781 cm³ a iniezione da 112 CV).

Volkswagen Scirocco Seconda Serie

Nel mezzo s'inseriva la GL (1585 cm³ da 75 CV). La gamma venne completata nel 1982 dalla GT (1781 cm³ a carburatore da 90 CV). Vista posteriore della seconda serie Nel 1984 la GTI venne affiancata dalla GTX, identica nella meccanica, ma più caratterizzata sportivamente nell'estetica (doppio alettone posteriore, ruote in lega, bandelle laterali, spoiler anteriore, vetrofania "Scirocco" sul lunotto posteriore).

Volkswagen Scirocco Seconda Serie

Nel 1986 la GTX lasciò il posto alla GTI 16v, pressoché identica nella carrozzeria, ma dotata di motore con testata a 16 valvole da 136 CV. Fu l'ultima evoluzione di un modello che, nel 1988, uscì di listino rimpiazzato dalla Corrado. La seconda serie è stata costruita in 340.700 esemplari.

Gli ultimi post del forum

Tutti i Raduni Nazionali

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Proseguendo nella navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie.
OK